Coaching: Come distinguere tra i diversi stili

Coaching: Come distinguere tra i diversi stili

Vademecum per orientarsi nella scelta di un Professionista

Come distinguere tra i diversi e distinti “Coaching Professionali”?

Chi si rivolge ad un Coach per affrontare finalmente un proprio Desiderio Evolutivo che tiene ormai da troppo tempo nel cassetto … ad ammuffire (sia esso Personale che relativo ad un’Organizzazione Strutturata come un’Azienda o una Piccola Impresa)  potrebbe trovarsi spiazzato dalla numerosa e variegata Offerta del Mercato. Invero ormai anche in Italia di questo si tratta. Siamo definitivamente entrati nel Magic Moment in cui il vocabolo Coaching viene associato a tutto.

scegliere un coachProvate a cliccare Coaching su Google e rimarrete stupiti dal numero di voci che verranno elencate. (Circa 249 Milioni di Voci in 53 millisecondi riporta tronfio il Motore di Ricerca). Siamo nell’Epoca in cui vale il Motto: “Coaching è Bello!“.
Per rendere un servizio o un Prodotto migliore vi si affianca senza timore il vocabolo Coaching, con la certezza di aumentarne l’Appeal.
Coaching Emozionale, Coaching Strategico, Coaching Filosofico, Coaching Aziendale, …
Ultimamente non mi ha sorpreso leggere anche articoli in cui un professionista offriva un Servizio per organizzare una festa di nozze appellandosi Coach:
Coaching personalizzato e tutoraggio per matrimoni ed eventi 
E nemmeno poteva mancare all’appello l’offerta di una professionista che si definisce Vegan Coach.
Premetto che i Servizi offerti dai professionisti sono sicuramente validi ed è legittimo utilizzare ogni mezzo per alimentare la propria visibilità.
Non da ultimo ricordo che il termine proviene dal mondo dello Sport e quindi già da tempo si utilizza il termine Coach per indicare in genere l’Allenatore.
Nel Mondo del Coaching esistono degli organismi che per natura hanno la Missione di diffondere e divulgare il Coaching.
Vi suggerisco di dare un’occhiata a questo articolo molto bello scritto dal mio amico Alessandro Lo Russo, già Presidente e Fondatore di AICP.
Con questo mio articolo desidero aggiungere una dimensione diversa per la valutazione e la scelta di un professionista: la Dimensione della Responsabilità Personale dell’individuo. E’ specifico del Coaching rimandare al  Cliente la propria Responsabilità sul raggiungimento del motivo di cambiamento sperato.
Il Coaching è una strategia che consente di effettuare i Cambiamenti Desiderati in modo strutturato e duraturo in quanto il Coaching Promuove l’Auto Coaching!
Cioè: se per affrontare un Cambiamento decideste di rivolgervi ad un Coach Professionista, il successivo cambiamento sarete in grado di affrontarlo da soli: il Coaching non crea dipendenza dal Guru, dal Maestro.
Diciamo che rispetto ai “fai da te” della Vita, con  il Coaching si risparmia Tempo e Sofferenza.
Se pertanto avete Determinato di Cambiare qualcosa nella vostra vita, sono  sicuro che questa lettura vi consentirà di scegliere pure con tranquillità il Vostro Coach. Comprenderete durante il Percorso il Vostro Valore e sarete in grado di valutare anche il Professionista che vi affianca che immancabilmente vi inizierà alla Pratica del AutoCoaching per rendervi autonomi ed indipendenti.
Concludo con una nota di Etica: per chi fosse appassionato a far del bene oppure avesse a cuore la felicità altrui,  ricordo un verso di STING:
“If You Love Somebody
 Set them Free”

Buona Sessione di Coaching a tutti

Vittorio Balbi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *